Seguiteci su Facebook
ACR in breve

Stampa la pagina

Cenni storici

Il 24 marzo 2004 il Gran Consiglio approva la legge concernente l’istituzione dell’Azienda Cantonale dei Rifiuti e il 22 giugno il Piano d’utilizzazione cantonale per l’impianto di termodistruzione dei rifiuti (PUC-ICTR) a Giubiasco. L’11 ottobre il legislativo cantonale nomina i cinque membri del Consiglio di amministrazione e il 9 novembre stanzia un credito di 40 milioni CHF quale sussidio per la realizzazione del nuovo ICTR.

 

Il 28 aprile 2005 viene pubblicata presso la cancelleria del Comune di Giubiasco la domanda di costruzione per l’ICTR. Il 7 luglio il Municipio di Giubiasco rilascia la licenza edilizia.

 

L’11 settembre del 2006 iniziano i lavori di costruzione dell’ICTR a Giubiasco.

 

Dal primo gennaio 2007 l’ACR rileva interamente le attività sino allora svolte dal Consorzio distruzione rifiuti di Riazzino e dall’Ente per lo smaltimento dei rifiuti del Sottoceneri e parzialmente dal Consorzio Nettezza Urbana Biasca e dintorni (CNU). 

 

Il 10 agosto 2009 viene acceso il primo fuoco, con la messa in funzione della prima linea di combustione.

 

Il 2010 è il primo anno di esercizio completo dell’ICTR caratterizzato dal suo collaudo: le verifiche confermano che il Ticino dispone di un Impianto di termovalorizzazione dei rifiuti conforme alle prescrizioni tecniche e all’altezza delle aspettative. Il 3 e 4 settembre l’ICTR viene inaugurato ufficialmente. All’inizio del 2010 sono stati portati a termine i lavori di spostamento dei magazzini dei rifiuti speciali a Bioggio. Nel corso della primavera 2010, ACR ottiene le certificazioni ISO9001 e ISO14001, concludendo un lavoro di 20 mesi e che ha permesso di adottare un sistema di processi orientati all’efficienza, alla qualità e al rispetto ambientale.

 

L’ICTR – dal mese di maggio 2011 - è il primo Impianto di termovalorizzazione svizzero a inaugurare un sistema di pubblicazione online dei dati delle emissioni (OASI). Nel corso del mese di dicembre dello stesso anno iniziano i lavori della Teris SA, e dal mese di ottobre 2012 viene distribuito il calore alle utenze.

 

ACR nel 2013 completa le certificazioni con l’ottenimento dell’OHSAS18001 (Occupational Health and Safety Assessment Series – sistemi di gestione della salute e della sicurezza).

 

Nel 2014, a 10 anni dalla costituzione dell’Azienda Cantonale dei Rifiuti e a 5 anni dall’accensione del primo fuoco, l’Azienda ha organizzato una prima “Giornata delle Porte Aperte”.
Il Consiglio di amministrazione ha eletto Fiorenzo Robbiani in qualità di nuovo presidente, in sostituzione di Gian Paolo Grassi, che ha recentemente rassegnato le dimissioni.

2015: Il Gran Consiglio ha riconfermato, rispettivamente eletto, i signori Andrea Bernasconi e Claudio Zali, Marcello Bernardi, Riccardo Calastri e Ivan Pau-Lessi nel Consiglio di amministrazione dell’Azienda Cantonale dei Rifiuti (ACR).

Nel 2016 grazie allo studio "Emissions of airborne pollutants from the municipal solid waste incineration plants of Giubiasco and Hinwil" commissionato dall'Ufficio federale dell'ambiente all'EMPA, abbiamo la conferma che le emissioni di polveri fini (incluse le nanoparticelle) misurate dai camini degli impianti sono molto basse e dimostrano l'ottimo funzionamento del trattamento dei fumi a 4 stadi, in particolare quello del filtro a maniche. Inoltre si è ottenuto con successo la ricertificazione del sistema qualità, ambiente e sicurezza secondo la revisione delle norme ISO9001, ISO14001 e OHSAS18001, che confermano il nostro continuo impegno per un servizio pubblico di qualità, per la salvaguardia ambientale e per la gestione della salute e la sicurezza sul lavoro.

 

2017: Nella discarica chiusa di Valle della Motta è stata installata, nell’ambito di un progetto federale di compensazione di CO2, una nuova torcia per la combustione del biogas, per evitare la dispersione di gas a effetto serra.

Con la Corporazione dei Comuni del Moesano per la raccolta e l’eliminazione dei rifiuti (CRER) è stato prolungato l’accordo per lo smaltimento presso l’ICTR di Giubiasco dei rifiuti combustibili non riciclabili prodotti nel comprensorio di competenza della CRER fino al 31 dicembre 2027 e il contratto per il deposito, presso la discarica di tipo D Tec Bianch di Lostallo-Sorte, dei residui dell’ICTR, indicativamente fino al 2027.

Durante il periodo della revisione autunnale è stata svolta la revisione triennale della turbina ed è stato sostituito il surriscaldatore della linea 1 all’interno della caldaia.

 

Nel 2018 ACR ha deciso di sostenere il Campus formativo di Bodio – che offre percorsi di apprendistato per l’ottenimento degli attestati federali di capacità di Operatore in automazione e Polimeccanico partecipando in qualità di azienda promotrice. In tal modo, gli apprendisti di ACR saranno istruiti nel primo biennio di formazione in un centro che garantisce un’attenta formazione di qualità in una struttura interaziendale specializzata nell’ambito dell’industria. Attualmente ACR finanzia la formazione di un apprendista presso questo centro di formazione. È stato sostituito il surriscaldatore della linea due.