area riservata ubicazione site map
 
COMUNICAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE
Alluminio e latta
Amianto
Apparecchi elettrici ed elettronici
Bottiglie per bevande in PET
Carta e cartone
Ingombranti
Pile e batterie
Plastiche
Pneumatici usati
Rifiuti di origine animale
Rifiuti edili (materiale inerte)
Rifiuti urbani (non riciclabili)
Rifiuti speciali
Scarti vegetali
Tessili e scarpe
Vegetali infestanti
Vetro
 Pile e batterie




La separazione
Le pile e le batterie contengono elevati quantitativi di metalli pesanti tossici. A dipendenza del tipo di batteria si tratta di zinco, cadmio o piombo, mentre il mercurio è quasi assente dalle batterie odierne. L’uso parsimonioso delle risorse e, soprattutto, la presenza di questi metalli giustificano la raccolta separata delle pile. Essa infatti permette sia il corretto trattamento degli elementi tossici sia il riciclaggio delle parti ricuperabili.

Il riciclaggio delle pile e delle batterie è assicurato da una tassa anticipata istituita dalla Confederazione. INOBAT (Organizzazione d’interesse per lo smaltimento delle batterie) gestisce su mandato dell’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM), la tassa di smaltimento anticipata (TSA) pagata dai consumatori al momento dell’acquisto.


La raccolta

Il consumatore deve riconsegnare pile e batterie presso i punti di vendita (ed è lì che avviene la maggior parte della raccolta) o depositarli negli appositi contenitori installati da buona parte dei Comuni  presso i propri centri di raccolta. In Svizzera ci sono attualmente più di 11’000 punti di raccolta.

Il riciclaggio
Le pile e le batterie provenienti da tutta la Svizzera sono riciclati presso l’impianto specifico della ditta Batrec SA a Wimmis (BE). L’azienda recupera gli elementi ancora riutilizzabili – ferro, manganese, zinco, cadmio e mercurio – e smaltisce ciò che resta (plastica, cera, carbone, ecc.) in appositi impianti di termovalorizzazione.

Gli obiettivi

• Incentivare i consumatori a un uso parsimonioso di pile e batterie.
• Aumentare la quota di recupero per ridurre il quantitativo di metalli pesanti nei rifiuti urbani mediante un’informazione adeguata.
• Sensibilizzare la popolazione sulla necessità di riportare pile e batterie esauste ai rivenditori.
• A livello di produzione promuovere la sostituzione dei metalli pesanti con sostanze meno inquinanti.


Le regole d'oro
SEPARARE attentamente le pile e non gettarle nella spazzatura.
INTRODURRE le pile nel apposito contenitore presso i punti di vendita o nei centri di raccolta comunali.
DARE la preferenza ad apparecchi muniti di spina o, in mancanza di corrente elettrica, a pile ricaricabili.


ULTERIORI INFORMAZIONI SONO DISPONIBILI:

www.rifiuti.ch/RecyclingMap (immettendo il codice di avviamento postale)
Regolamento di applicazione dell'Ordinanza tecnica sui rifiuti (ROTR): www.ti.ch/program
www.inobat.ch
Censimento cantonale
Ufficio federale dell'ambiente UFAM


Strada dell'Argine 5 - CH-6512 Giubiasco - Telefono +41(0)91 850 06 06 - Telefax +41(0)91 850 06 07 - www.aziendarifiuti.ch

Print